• Redazione

Gameplay, alla scoperta di una pratica sempre più diffusa in rete

All’interno del dizionario videoludico, da molti anni, si è inserita una nuova espressione: fare gameplay. Possibilità di ottenere recensioni e consigli sui videogiochi e di dialogare con creators competenti: ecco perché i video di gameplay piacciono tanto.

Videogiocare mentre gli altri ti guardano e interagire con il pubblico. Ecco spiegato, in poche parole, cosa significa “fare gameplay”, una pratica che da molti anni riscuote grande successo su diverse piattaforme, con YouTube e Twitch tra le più importanti.

Ma che cos’è che spinge migliaia, a volte anche milioni di utenti, a guardare un’altra persona mentre gioca? Questa è una delle domande che si pongono soprattutto i genitori alle prese con ragazzi che, una volta terminata la loro sessione di gioco, riposto il controller o il mouse, si collegano a YouTube o a Twitch per osservare altri gamer che si cimentano con il loro gioco preferito.

Innanzitutto guardare qualcuno mentre sta giocando può essere utile per maturare delle valutazioni sul videogioco stesso. Infatti, il più delle volte, chi fa gameplay utilizza videogiochi da poco usciti sul mercato, e che sa già che potranno portare un grande bacino d’utenza.

Dall’altra parte, tornando alle valutazioni sul videogioco, colui che guarda lo streamer giocare, magari non ha ancora acquistato il videogame in questione e può farsi un’idea sul gameplay del gioco, può ottenere delle preziose recensioni, che lo spingeranno o meno a comprarlo.

Un altro motivo che spinge diversi utenti a guardare un player imbattersi in un videogioco è quello di cercare consigli utili. Chi fa gameplay non per forza deve essere un gamer professionista, ma deve comunque conoscere molto bene il videogame che sta usando. “Fare gameplay” non significa rimanere in silenzio, incollato al videogioco e concentrato solo su di esso, bensì giocare interagendo con chi ti segue, spiegando le scelte di gioco effettuate, fornendo anche alcuni trucchi - i cosiddetti tricks - e raccomandazioni a chi sta guardando. Tutti consigli che l’utente tenterà di mettere in atto quando riaccenderà la console o il computer.

Il ruolo dell’interazione in questo genere di video è di grande importanza. Spesso infatti le persone che fanno gameplay con un grande numero di spettatori sono youtuber, o comunque creators, che godono di grande fama. Il poter comunicare con loro virtualmente, tramite la sezione commenti di YouTube o tramite l’instant chat di Twitch, è un elemento che sicuramente attrae gli utenti a seguire video di gameplay.

Se si passa all’altro lato della medaglia, ovvero l’attenzione si sposta su chi fa gameplay, e non su chi vi assiste, si scopre che alcuni di loro, come già precedentemente riportato, sono molto conosciuti all’interno della rete.

XWilly, Il Vostro Caro Dexter, Sabaku no Maiku: sono tutti nomi d’arte di youtubers e creators ormai noti al grande pubblico di YouTube e Twitch.

A questi personaggi del web, non solo è richiesta una buona competenza riguardo il videogame con il quale intendono intrattenere, ma anche una buona qualità video e audio, in grado di rendere il tutto più accattivante. Al fine di garantire ciò, spesso youtubers e creators che fanno gameplay, si dotano di attrezzature, come videocamera e microfono, molto sofisticate.

Se quella dello youtuber per molti, oggi, è diventata una professione a tutti gli effetti, va detto che una parte dei guadagni per alcuni di loro deriva proprio da video di questo genere, ovvero dai gameplay.

Secondo alcuni dati statistici raccolti da HDblog.it, la crescita esponenziale delle piattaforme di live streaming, in cui rientrano anche i video di gameplay, si è verificata proprio nei mesi più caldi della pandemia, durante il lockdown. Il totale delle ore di contenuti trasmessi su tutte le piattaforme è ammontato a 7,46 miliardi di ore.

Oltre a una notevole affermazione della piattaforma Twitch, sempre secondo le statistiche emerge come una buona fetta di pubblico (22,5%) abbia assistito a live realizzate su YouTube e riguardanti il settore Gaming.

Si conclude questa disamina sulla pratica del gameplay con le parole di uno dei creators già citato, ovvero Sabaku no Maiku. Queste parole, tratte da un’illuminante intervista da lui concessa a La Stampa, racchiudono in breve ciò che sono e dovrebbero essere i video di gameplay e a respingere l’idea che per proporre questo genere di video occorra solamente saper giocare ai videogiochi:

Fino a quell’istante, non avevo capito fino in fondo l’interesse delle persone nel vedere qualcuno giocare. Avrei dovuto pensarci da solo, è vero. Ma nei miei let’s play volevo anche inserire altro. Volevo anche dire quello che pensavo, discutere del gioco, delle scelte, della storia. Su Youtube conta anche il carisma. La personalità di chi gioca.